NOVITÀ

Come anticipato nell’ultimo post qualche settimana fa, ci sono varie novità che vorremmo ufficilmente comunicarvi.
Iniziamo questo 2017 con un cambio di nome della nostra associazione che, da oggi, si chiamerà Life ONLUS e non più FaeforLife ONLUS. Dal punto di vista strutturale non cambia assolutamente nulla. Togliamo solo il cappello ‘Fae’ perchè desideriamo che altra gente si unisca a noi, per avere una ventata di aria fresca all’interno del nostro organico e quindi nuove idee, nuovi punti di vista. L’impressione era che il prefisso ‘Fae’ risultasse come una barriera, un limite per il nostro pubblico, quando in realtà non è mai stato così. Quindi, in parole povere, per chi desidera entrare a far parte del nostro staff, questo è il momento giusto, non ci sono più scuse. Vi aspettiamo a braccia aperte!

Ci sono novità anche per quanto riguarda l’esperienza che faremo e la realtà che supporteremo quest’anno. Dopo due anni dedicati alla lotta per i diritti della comunità albina in Tanzania, approfondiremo un nuovo tema, almeno per noi, e una nuova geografia sarà protagonista dei nostri racconti e delle nostre attività.
Quest’anno ci avviciniamo al mondo del mercato equo e solidale, in particolar modo al commercio del caffè, uno dei prodotti più scambiati al mondo in borsa e simbolo di un’economia basata sullo sfruttamento e sulla speculazione finanziaria.
Qualche mese fa abbiamo conosciuto l’associazione Tatawelo http://tatawelo.it/ che da più di dieci anni ormai accompagna le comunità indigene zapatiste in Chiapas (Messico), da anni in lotta per l’affermazione del diritto di vivere dignitosamente sulle proprie terre e secondo la propria cultura, nel raggiungimento di una reale autonomia. Tatawelo sostieni quindi le comunità indigene zapatiste attraverso la commercializzazione del caffè, maggior prodotto di esportazione e fonte di reddito per centinaia di piccoli produttori. Questa attività è uno dei pilastri sul quale si regge la costruzione dell’autonomia zapatista. È anche grazie a questo lavoro delle cooperative e alla vendita dei prodotti, caffè incluso, nei circuiti del mercato equo e solidale che i governi autonomi del Chiapas sostengono le loro strutture educative, sanitarie e lo sviluppo complessivo delle loro comunità.

A questo punto si dovrebbe aprire una parentesi che però non sarebbe molto semplice da chiudere visto che raccontare trent’anni di lotta del movimento zapatista non è esattamente la cosa più semplice da fare quindi, per ora, diciamo solo che si tratta di una lotta dei popoli indigeni di questa parte del mondo che, dopo una buia notte lunga più di cinquecento anni fatta di violenza, persecuzione, discriminazione, furti di terra, cultura e identità, hanno deciso di ribellarsi a questo sistema che solo sapeva disprezzarli e annichilirli. È una lotta per la vita, per l’unica forma di vita che vale la pena di vivere ovvero con libertà, giustizia e dignità. Nel prossimo post approfondiremo un po’ di più questa battaglia così che tutti i lettori di questo blog possano capire di cosa si tratta esattamente e come sia nata, si sia sviluppata e, lentamente, continui ad avanzare.
Uno dei principali obiettivi di Tatawelo è quello di promuovere un’economia solidale, rispettosa dei diritti dei produttori, dei consumatori, dell’ambiente e mettere in pratica forme di finanza etica. Da questo presupposto nasce il motto di Tatawelo: “seminare, raccogliere e distribuire non solo chicchi di caffè ma di giustizia, dignità, uguaglianza e autonomia”. Facciamo nostra questa frase e quest’anno ci riproponiamo di sostenere direttamente questa associazione e quindi la lotta per l’autonomia delle comunità indigene zapatiste.

A prestissimo per i primi racconti in diretta dalle comunità zapatiste.
Stay tuned.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...